10 cattive abitudini che possono pregiudicarti sul lavoro

Gli esperti affermano che nell’attuale situazione lavorativa, le aziende tollerano sempre meno un cattivo comportamento o attitudine da parte del lavoratore, e questo è sempre più spesso motivo di licenziamento. “Per ogni persona come te, ce ne sono 100 che vorrebbero il tuo lavoro”, afferma Kiki Weingarten, coach newyorkese, e questo permette alle aziende di essere “sempre più esigenti” con i propri impiegati.

Quattro esperti di coaching, specializzati nella formazione di manager e dirigenti, spiegano quali sono le dieci peggiori cattive abitudini registrate tra le maggiori cause di licenziamento. Ti riconsoci ion qualcuna di queste abitudini?

1. Dipendenza da email.

Nelle riunioni, con i clienti, con il tuo capo… semplicemente non puoi separarti dal tuo BlackBerry. Credi di essere sempre produttivo perché non ti sfugge nemmeno un messaggio, pero i tuoi colleghi (soprattutto quando ti stanno parlando) lo vedranno come un insulto. Guardare constantemente il proprio smartphone trasmette arroganza.

Come spezzare questa abitudine? Lascia il BlackBerry con lo schermo rivolto verso il tavolo. Se vai ad una riunione, lascialo sulla scrivania e se proprio stai aspettando un email importante fallo sapere prima ai tuoi colleghi. La norma dev’essere “il tuo BlackBerry non è invitato alla riunione”.

2. La sindrome del primo della classe

Questo può procurarti una pessima reputazione all’interno dell’ufficio e tra i colleghi. Rispondere immediatamente “si” a tutto quello che il tuo capo dice o ti chiede pregiudica la tua immagine di fronte ai colleghi e, peggio ancora, può far si che il tuo stesso capo veda nella tua attitudine un atteggiamento fastidioso più che un dialogo costruttivo.

Prova a pensare alle ultime cose alle quali hai detto “si”. Eri realmente d’accordo su tutta la linea? Rispondi onestamente a questa domenda e impara a dire “no” ogni tanto, dimostrerai ai tuoi colleghi e ai tuoi capi che hai personalità.

3. Nessuno ama i pettegoli

Sei davvero concentrato sul lavoro o invece hai le orecchie drizzate per ascoltare fino all’ultimo commento? La necessità di sapere tutto di tutti è una fonte di stress per te e per i colleghi, e mette a rischio il tuo posto di lavoro.

Ricorda che le uniche informazioni di cui hai realmente bisogno sono: i tuoi orari, quando si terrà una riunione e tutto ciò che è strettamente relazionato al tuo lavoro. Se ti arriva all’orecchio una conversazione “frivola”, resisti alla tentazione di dire la tua, soprattutto se il tema non ti riguarda. Se proprio non ce la fai, prova a lavorare con degli auricolari, ascoltare musica può distrarti da tutto quello che c’è intorno a te e aiutarti a concentrarti sul lavoro.

4. Le tue email sono telegrammi

Se le email che invia vengono ricevute più come un colpo che come un intercambio amichevole, è il momento di ricontrollare la tua comunicazione online. Un email non ha intonazione ne tantomeno esprime emozioni, è facile quindi che un email troppo corto venga malinterpretato come troppoo aggrssivo, esigente o impaziente.

Rileggi le tue email prima di inviarle e pensa a come reagiresti se lo inviassero a te.

5. Hai sempre una scusa pronta

È vero, ti sei dimenticato di consegnare quel report, però non pensi di ammetterlo. Non sai rispondere alle domende del tuo capo, pero provi ad evitarle tutte. Il risultato è che entrambi perdete il vostro tempo.

Inizia a usare dei promemoria che ti ricordino di ogni riunione o scadenza, meglio dedicare 10 minuti al giorno alla programmazione che 20 ad inventare una scusa per qualcosa che non hai fatto per mancanza di organizzazione.

A domani per la seconda parte!


Lavoro in Spagna Questo post è state create nella categoria Articoli con i tag . Vi ricordo che per candidarsi all'offerta di lavoro per 10 cattive abitudini che possono pregiudicarti sul lavoro è necessario seguire il link in "fonte". Se ti ha interessato questa offerta di lavoro e vuoi seguire Lavoro In Spagna, puoi ricevere gli aggiornamenti e altri contenuti inediti tramite Facebook, Twitter e feed RSS.