Colloquio di lavoro a distanza?

Inauguro oggi una nuova sezione del sito, nella quale cercherò di rispondere in maniera il più soddisfacente possibile, alle domande che mi inviate per email all’indirizzo info@lavoroinspagna.com. Mi scrive Nunzia, che chiede se è possibile cercare un lavoro direttamente dall’Italia realizzando un colloquio a distanza, magari in un settore come quello del turismo che tutto sommato, e dati alla mano, ha risentito meno di altri della crisi.

Credo che l’esperienza lavorativa all’estero sia la più costruttiva e matura nella vita di una persona e così da tempo che mi frulla in testa l’idea di lavorare a Madrid o a Barcellona in un hotel come receptionist. Al di là della crisi economica, una persona deve scoprire cosa c’è e può vivere al di fuori del Belpaese ed essere cuoriosi anzi curiosissimi!!

In uno dei tuoi ultimi post, hai scritto che in un articolo del Pais il turismo è notevolmente cresciuto in Spagna, quindi avrei una speranza?

Sto provando ad inviare cv spontaneamente in vari hotel 5 e 4 stelle…bisogna recarsi sul posto direttamente o si può cercare direttamente dall’Italia, fare un colloquio telefonico (se concesso 😉 ) e poi averne uno personalmente?

Che dire? Il turismo rimane un settore forte e una importante voce nell’economia spagnola e (per rispondere nello specifico a quanto scritto nel email) città come Madrid o Barcellona, con la loro incredibile offerta culturale, culinaria, artistica, ecc. restano tra le destinazioni di punta per il turismo nazionale e internazionale, con il vantaggio di non dipendere dal turismo più stagionale che tradizionalmente si associa alle località di mare o a città d’arte che in inverno perdono parte del proprio appeal.

Nella capitale e a Barcellona, ristoranti e hotel lavorano quasi sempre a pieno regime e la richiesta di personale è costante. Molto importante è però (visto il particolare momento di crisi e quindi la forte domanda di lavoro a fronte di una offerta certamente minore) aver maturato esperienza dimostrabile nel settore e parlare correttamente per lo meno lo spagnolo (in alcuni hotel o ristoranti di Barcellona potrebbero richiedervi la conoscenza del catalano), anche se l’ideale sarebbe conoscere a livello conversazione anche l’inglese (lingua veicolare con la maggior parte dei turisti) e una terza lingua europea, che potrebbe essere proprio l’italiano (vi ricordo che la comunità italiana in Spagna è particolarmente grande e ci sono moltissime attività commerciali gestite da connazionali) o magari il francese (forte l’afflusso, soprattutto in Catalunya, di turisti d’Oltralpe).

La situazione attuale purtroppo non è rose e fiori e la concorrenza per questo tipo di lavori è forte, perché molti degli immigrati che arrivano in Spagna da altre nazioni europee si dirigono verso questo tipo di professione, che richiede appunto conoscenza della lingua e dove c’è abbastanza rotazione. Questo si traduce in una quasi impossibilità ad ottenere un colloquio telefonico a distanza, non solo per l’abbondanza di candidati in loco, ma anche perché si tratta di lavori a contatto con il pubblico, quindi per un datore di lavoro è importante poter conoscere i candidati, per poter valutare (oltre che dal loro curriculum) se sono la persona che sta cercando o meno. Un tempo non era così (soprattutto per quanto riguarda lavori del tipo call center), ma attualmente mi sento di escludere (salvo rare eccezioni) la possibilità per un candidato italiano di ottenere un primo colloquio dall’Italia. Molto meglio trovarsi sul posto, avere un curriculum pronto, rispondere a tutti gli annunci che vi sembrano interessanti e anche ricorrere alla più classica, ma sempre efficace, delle strategie: stampare 20 copie del vostro cv, fare una bella passeggiae tenere gli occhi aperti: vi sorprenderà scoprire come molti bar o ristoranti piuttosto che pubblicare un annuncio, si limitano a mettere un cartello di “cercasi personale”, coscenti che comunque non impiegheranno che pochi giorni al massimo per trovare qualcuno qualificato.

Questo non vuole essere un invito a fare la valigia e partire, anche perché (ripeto) la situazione non è sicuramente delle più semplici, però è anche vero che chi non risica, non rosica… quindi se il vostro sogno è quello di fare un’esperienza di lavoro e di vitain Spagna, il mio consiglio è quello di preparvi mentalmente, dare una rinfrescata ai vostri studi di lingue e dedicare un po’ del vostro tempo a rendere il vostro curriculum sexy e irresistibile. Dopo di ché, un cocktail di coraggio, curiosità e un pizzico di follia completa la ricetta.

Vi ricordo che se avete dubbio o domande potete scrivermi a info@lavoroinspagna.com, cercherò di rispondervi appena possibile. Un saluto e a presto!

Attenzione!

Questa offerta di lavoro è scaduta. Torna alla home page o sfoglia le offerte disponibili nelle diverse città spagnole.Ricorda inoltre che per aumentare le tue possibilità di successo è fondamentale disporre di un curriculum vitae impeccabile: traduci adesso il tuo CV in spagnolo!


Lavoro in Spagna Questo post è state create nella categoria Info utili con i tag . Vi ricordo che per candidarsi all'offerta di lavoro per Colloquio di lavoro a distanza? è necessario seguire il link in "fonte". Se ti ha interessato questa offerta di lavoro e vuoi seguire Lavoro In Spagna, puoi ricevere gli aggiornamenti e altri contenuti inediti tramite Facebook, Twitter e feed RSS.