Come aumentare la resistenza allo stress

La salute fisica e mentale dei propri dipendenti è un aspetto che dovrebbe importare, e molto, a ogni datore di lavoro. realizzando alcuni cambiamenti al sistema di lavoro atuale si potrebbe ridurre considerevolmente l’assenteismo causato dallo stress sul lavoro. Secondo Reyes Rite, presidente dell’Instituto de Resiliencia y Desarrollo Emocional (Istituto di Resilienza e Sviluppo Emotivo), IRYDE, oltre che consulente e choach per manager, “il datore di lavoro dovrebbe preoccuparsi di assicurare per i propri lavoratori il miglior ambiente di lavoro possibile. Ci sono molti studi che dimostrano che investire in questi aspetti significa investire nel successo della propria attività”.

Grandi finestre per far si che entri luce naturale, mobili ergonomici che si adattino all’anatomia del lavoratore e al tipo di lavoro, pareti dipinte in toni caldi per creare un ambiente che favorisca la concentrazione, ecc. “Le possibilità di investimento e miglioramento sono diverse a seconda del caso, però i datori di lavoro dovrebbero rivolgersi a un esperto. In molti casi non è necessario spendere molto per migliorare l’ambiente di lavoro”, spiega Rite.

Come dimostrano diversi studi, lavorare ad esempio in un ambiente con una cattiva ventilazione o male illuminato può essere fonte di depressione e dare via a processi di stress tra i lavoratori. Inoltre, aggiunge Rite, “lo stress è un’onda, una vibrazione di energie negative che rimbalzano, e che possono propagarsi in modo contagioso tra i lavoratori di un’azienda”.

Cuando arrivano le avversità, l’unica cosa che si possa fare è cercare di superarle. In momenti come questo si possono applicare quei meccanismi propri dell’essere umano che ci aiutano a superare le difficoltà, applicando quelle strategie che permettono di migliorare la resistenza sia a livello fisico che emotivo. Immersi come siamo, soprattutto in Occidente, in una crisi economica che provoca incertezza e vulnerabilità alle imprese e alle persone, si ricorre sempre di più alle tecniche di resilienza. Rafaela Santos, neuropsichiatra e presidente della Fondazione Humanae, oltre che dell’Instituto Español de Resiliencia, definisce la resilienza come “lo sviluppo delle capacità per affrontare le avversità, adattarsi e uscirne rafforzati”, indicandola come lo strumento per “prevenire l’ansia per non cadere nella depressione, poiché esse vanno mano nella mano”. In merito alle cause dell’ansia Santos non identifica un’unica ragione, “è la somma di problemi esterni che colpiscono le persone con una struttura psicologica debole, che potrebbero lasciare indifferente o quasi chi invece gode di una maggiore resistenza allo stress”.

Per quanto riguarda invece le cause ambientali che possono provocare ansia o stress sul lavoro, tra le più comuni si annoverano anche le cattive relazioni con il proprio capo o con i colleghi, spesso dovute più che a incompatibilità caratteriali a una cattiva distribuzione dello spazio fisico. Molte aziende non forniscono le condizioni ottimali (ergonomiche, ambientali, mancanza di luce, ecc.) ai propri lavoratori affinché sia possibile concentrarsi sul lavoro e allo stesso tempo ritagliarsi un breve spazio per “staccare la spina”, un aspetto fondamentale per tenere sotto controllo lo stress lavorativo.

Gli esperti sono d’accordo su una cosa, viviamo nella società della fretta, le interruzioni sono continue come continuo è il flusso di lavoro alla quale si è spesso sottoposti: sapersi ritagliare degli spazi e imparare a priorizzare è fondamentale per impedire ad ansia e stress di avere il sopravvento.


Lavoro in Spagna Questo post è state create nella categoria Articoli con i tag . Vi ricordo che per candidarsi all'offerta di lavoro per Come aumentare la resistenza allo stress è necessario seguire il link in "fonte". Se ti ha interessato questa offerta di lavoro e vuoi seguire Lavoro In Spagna, puoi ricevere gli aggiornamenti e altri contenuti inediti tramite Facebook, Twitter e feed RSS.