Trovare lavoro con Google+

Avete provato con le agenzie, risposto ad annunci sul giornale, visitato mille siti di offerte di lavoro (chissà proprio per questo siete qui ora!) eppure ancora passate i vostri lunedì mattina a sorseggiare caffé sul divano di casa (che lusso!)… forse è il momento di essere più proattivi e provare a usare una nuova risorsa come Google+ per cercare lavoro!

Sebbene Google+ non abbia ancora raggiunto una audience ampia in termini assoluti rispetto a social media quali Twitter o Facebook, sembra abbia invece già fatto presa sugli utenti dal profilo più tech (avendo comunque già raggiunto la ragguardevole cifra di 20 milioni di utenti totali). Personalità con una certa influenza e presenza online, innovatori tecnologici, nativi digitali, ecc. sono tutti presenti su Google+. Capire questo potenziale significa avere accesso alla possibilità di entrare in contatto con persone e idee in tutto il mondo, anche a livello lavorativo. Con un numero sempre crescente di profili legati al mondo web, Google+ è un ottimo posto in cui mostrare di possedere esperienza o conoscenza in un determinato settore e/o imparare dagli altri. Usare Google+ per cercare (o meglio, trovare) un lavoro, può essere un nuovo strumento digitale da aggiungere a quelli di cui già disponiamo. Ecco alcuni consigli su come cercare lavoro tramite Google+:

Dichiarare la propria disponibilità

Questo sono significa sbandierarlo ai quattro venti, ma potreste per esempio menzionarlo nella sezione “about” sul vostro profilo Google+. Oppure, se preferite essere più diretti, potete dichiararlo pubblicamente con un post in cui annunciate che siete alla ricerca di una nuova sfida professionale. Se scegliete quest’ultima opzione, il mio consiglio è che siate il più originali possibile, cercando di comunicare le vostre capacità e dimostrare valore piuttosto che pregare che qualcuno vi offra un lavoro.

Organizzare i contatti in cerchie

Le cerchie sono la chiave per sfruttare al meglio le potenzialità di Google+ poiché forniscono la possibilità di controllare a chi stiamo mostrando un determinato contenuto. Nel momento in cui utilizzate Google+ per cercare lavoro o comunque per introdurvi professionalmente a un nuovo contatto, dovrete fare attenzione a quale tipo di contenuti state dando l’accesso, poiché un potenziale datore di lavoro/partner commerciale potrebbe non essere interessato alle vostre foto delle vacanze o a vedervi ballare sbronzi su un tavolo alla festa di addio al celibato del vostro miglior amico. Dividere i contatti in cerchie ben organizzate, del tipo “amici”, “famiglia”, “lavoro”, “club di ramino”, potrebbe aiutare.

Se poi siete iper-organizzati e decidete di creare una sorta di database dividendo i contatti lavorativi in cerchie tematiche, potreste persino condividere con i contatti presenti in ognuna delle varie cerchie diverse “versioni” di voi, facendo conoscere gli aspetti più specifici e mirati al vostro scopo ad ogni diversa cerchia, sempre tramite post o contatto diretto.

Organizzare un hangout

Gli “hangouts” (video chat o video chiamata) sono la funzione più innovativa di Google+, oltre che uno strumento potenzialmente diromente per creare connessioni e ponti per future collaborazioni. Sempre se ben sfruttati, ovviamente… Con questo voglio dire che organizzare un hangout su Google+ per implorare un lavoro o gridare al mondo che siete alla ricerca di impiego non credo sia il modo migliore di usare questo strumento. Piuttosto uno modo alternativo e forse più costruttivo può essere quello di organizzare un hangout invitando contatti influenti in un certo settore per discutere di un argomento in concreto, di modo da avere la possibilità di mettere in mostra le vostre conoscenze in una situazione rilassata e che potrebbe essere il seme che darà poi luogo a successive conversazioni con un più alto potenziale rispetto alla ricerca di lavoro. Dimostrare le vostre conoscenze, creare connessioni, scambiare idee e opinioni con professionisti del vostro settore, potrebbe aprirvi un sacco di porte. Del resto crearsi un contatto diretto è il modo migliore per accedere a certi ambienti e il discorso vale anche per il mondo del lavoro.

Condividete e seguite gli esperti più rilevanti

Il primo passo da fare per costruirvi una certa reputazione online e dimostrare di essere un esperto nel vostro settore è quello di condividere contenuti rilevanti, interessanti e utili, dare la vostra opinione e segnalare fonti e risorse che potrebbero interessare anche gli altri contatti di quella specifica cerchia.
Inoltre questo è anche un ottimo modo per restare aggiornati su quel che succede nel vostro settore anche quando non siete direttamente coinvolti in un progetto o non state lavorando. Dimostrare entusiasmo e passione verso qualcosa è il biglietto da visita più convincente che potreste presentare.

Buona ricerca di lavoro con Google+, se vi va condividete nei commenti le vostre esperienze e i vostri consigli!


Lavoro in Spagna Questo post è state create nella categoria Articoli con i tag . Vi ricordo che per candidarsi all'offerta di lavoro per Trovare lavoro con Google+ è necessario seguire il link in "fonte". Se ti ha interessato questa offerta di lavoro e vuoi seguire Lavoro In Spagna, puoi ricevere gli aggiornamenti e altri contenuti inediti tramite Facebook, Twitter e feed RSS.